Sintomi del russamento cronico

Sintomi del russamento cronico

Gli uomini con una età compresa fra i 35 e i 55 anni sono interessati dalla malattia da russamento notturno, alcuni russano abitualmente ogni notte, mentre almeno la metà in modo frequente.

Il russamento è l’espressione di un inadeguato apporto di aria, pertanto deve essere considerato come un segnale di allarme.

L’aria inspirata incontra degli ostacoli lungo il loro percorso e con difficoltà attraversa i passaggi attraverso le vie aeree, che parzialmente ostruite provocano il brontolio. Il flusso turbolento provoca la vibrazione dei tessuti molli della gola.

Le cause più comuni sono il ridotto calibro delle vie aeree superiori, come l’ostruzione nasale da congestione dei turbinati inferiori, la deviazione del setto nasale, la chiusura della gola per eccessiva lunghezza del palato molle e dell’ugola, oppure l’ingrossamento delle tonsille e della base linguale.

Durante il russamento si possono raggiungere i novanta decibel, simile al rumore generato da un autotreno in transito oppure un martello pneumatico in funzione. Quando il disturbo viene trascurato può degenerare fino a questo livello.

Support